Anche in edilizia lotta ai consumi

In Italia il 45% del consumo energetico è assorbito dalle attività di costruzione e gestione degli edifici e la percentuale è destinata a crescere dell'1% all'anno ed i consumi legati al sistema degli edifici anche del doppio. L'uso di materiali isolanti è poco diffuso a causa di leggi inadeguate e progetti approssimativi e pone il nostro Paese è infatti al penultimo posto in Europa.
Anche lo spessore medio ci vede molto indietro in Europa: 3 soli cm. contro i 15 della Germania e i 12 cm. della Francia, ci pone al terz'ultimo posto, seguita da Grecia e Turchia. Finalmente con le nuove normative anche noi dovremo adeguarci e rivedere completamente progetti e capitolati.
«Il comfort del microclima all'interno di un edificio - afferma un esperto - è strettamente legato all'isolamento termico dell'involucro edilizio e questo sia nella stagione invernale, sia nel caso di una torrida estate. Nel periodo estivo, e in particolare nel caso di una copertura esposta al massimo della radiazione solare alle nostre latitudini, l'effetto di una buona protezione termica si traduce sia in una riduzione del flusso termico in entrata di oltre il 70% ( quindi di una drastica diminuzione dell'elettricità consumata) nel caso sia previsto un impianto di condizionamento, sia in una riduzione della temperatura del soffitto sottostante, alla quale è legata la sensazione di caldo, di circa 9°C».