Anche il fabbro nella faida democratica

La lite nel Pd finisce dal fabbro. A Trani, infatti, nel partito di Pier Luigi Bersani, l’eterna baruffa che vede contrapposti gli attori politici locali, ma non solo, è finita con il cambio della serratura. Dopo la spaccatura avvenuta sulle elezioni primarie, nel Pd hanno continuato a darsele di santa ragione, tanto che pochi giorni fa la deputata Margherita Mastromauro, che si accollava le spese del circolo cittadino, ha fatto sapere al segretario Tommaso Laurora che le chiavi erano cambiate e che da quel momento in poi gli accessi alla «dimora politica» sarebbero stati limitati. Il povero Laurora non ha potuto far altro che trovarsi un nuovo «rifugio» altrove, senza allontanarsi troppo, però, anzi, a pochi metri dalla vecchia sede. Così almeno le due «fazioni» potranno continuare a guardarsi in cagnesco. LuRo