Però anche Felipe è in lotta e non doveva sbagliare...

Ve lo ricordate il film Sliding Doors? Che cosa sarebbe successo se Massa fosse partito da una posizione nello schieramento corretta per le prestazioni della sua Ferrari? A fianco di Hamilton, davanti a Raikkonen ed agli altri delle prime due file, quindi senza i problemi originati dalla prima curva dopo il via. Non avrebbe poi avuto il problema al secondo giro con lo stesso Hamilton e relativo drive through che lo ha fatto precipitare in fondo allo schieramento.
Come al solito dai se e da Sliding Doors dobbiamo tornare alla realtà della gara, alla bellissima partenza di Raikkonen e di Felipe, uno primo e l'altro incollato ai suoi tubi di scarico. Se Hamilton non avesse costretto Kimi a tirare dritto per non scontrarsi e se Kovalainen non avesse fatto, secondo me, il furbo incollandosi ad Hamilton per impedire a Raikkonen e Massa di rientrare subito in traiettoria, oggi forse saremmo qui a discutere di una doppietta Ferrari. In ogni caso i due piloti in testa al mondiale, che lottano per il titolo, ne hanno combinate delle belle: il primo con un vantaggio incredibile, 7 punti, che invece di stare calmo si comporta alla prima frenata come se fosse lui quello che deve recuperare. Punizione corretta, dunque, perché non era un sorpasso, ma un'azione a cui spesso Hamilton ci ha abituato. Hamilton vive in una condizione di presunzione ed arroganza continuativa e quando si ritrova ridimensionato reagisce senza buon senso.
Massa, il secondo in lotta per il mondiale, ha dovuto subire la stupidaggine di Lewis al via e quindi non ha accettato il sorpasso al secondo giro creato da Hamilton con la sua aggressività anche se questa volta corretta. Felipe non ha accettato il sorpasso e ha cercato una resistenza quando oramai la partita era persa. Contatto e drive through. Meno male per il campionato e per la Ferrari che alla fine di questa storia almeno 2 punti sono stati recuperati: forza Ferrari.