Anche Fido va alle terme Giornata tipo: palestra, piscina e idromassaggio

BELLA VITA Nel centro, milanese si fa shiatsu e agopuntura. E i più agili? A lezione di ballo

Ormai la tendenza la fanno loro. Fido è goloso di biscottini? Ecco My dog’s bakery, un sito pasticceria fatto apposta per lui. Lo vuoi portare fuori a cena? Chicago è piena di locali con menu a quattro zampe. Il viaggio? No problem. C’è il trasportino di Louis Vuitton, in pelle monogrammata. Ci sono cimiteri ma anche linee di moda, parrucchieri su misura ma anche il Pet Wedding Planner, agenzia che organizza matrimoni da cani. Poi ci sono le beauty farm, veri paradisi in terra. L’ultimo è a pochi chilometri da Milano, le Terme di fido, centro di benessere per animali. Piscina, palestra, parco giochi, centro massaggi, toelettatura. Che cosa potrebbe chiedere di più dalla vita il vostro cane? L'idea è venuta un paio di anni fa a Daniele Costanzo, 34 anni, addestratore professionista, tornato da un viaggio con la voglia di costruire anche in Italia una struttura dedicata esclusivamente alla buona salute e alla felicità dei cani.
Così insieme a un'amica toelettatrice ha creato a Pessano con Bornago, in provincia di Milano, le Terme di Fido, una struttura di 600 metri quadrati circondata da un immenso parco. In Cina si fa yoga per i cani, in Italia ci sono boutique dove gli abitini per Fido vengono fatti in abbinamento con il colore delle cucce, ovunque il mercato mette a disposizione collari griffati, antipulci di ultima generazione, smalti ed eau de toilette, senza contare i bocconcini speciali studiati per palati sempre più esigenti. Niente di strano che soprattutto qui alle terme l’attenzione per la bellezza sia estrema. Nella sala per la toeletta, professionale e attrezzatissima, manca solo la rivista da sfogliare come dal parrucchiere.
Ciò che distingue le Terme di fido da tutti gli altri centri del genere in Italia (uno a Novate Milanese, uno a Bologna, uno a Roma) è, però, lo spazio all'aperto dedicato al divertimento. Un parco di 1.500 metri quadri con piccoli ostacoli pensato per tutti coloro che in città non hanno la possibilità di giocare con il proprio cane. L'abbonamento annuale costa solo 100 euro. Ci si può anche cimentare nell'agility dog o nel freestyle (il ballo con il cane) con il corso base di 6 lezioni. Di solito ulula quando balla il padrone.
Il cuore dell'impianto comunque è la piscina. Qui i cani imparano a nuotare o si rilassano con un bell'idromassaggio. Viene usata anche per la riabilitazione, ad esempio per gli animali affetti da displasia dell'anca: Koral, un pastore tedesco affetto da una grave patologia è guarito con l’idroterapia. Un'altra esclusiva è la chinebalneoterapia. Un sollevatore ospedaliero permette di calare lentamente nella vasca i cani più pesanti o spaventati. Tenendoli sospesi imparano a prendere confidenza con l'acqua e riescono a migliorare la funzionalità delle articolazioni grazie al nuoto.
La fisioterapia è un altro dei fiori all'occhiello della struttura. Massaggio shiatsu, agopuntura. Qualcuno, come noi, si addormenta mentre lo massaggiano. Qui non li abbandona nessuno. Eva, un dalmata che dopo un incidente cervicale riusciva a muovere solo gli occhi, oggi corre e salta con i suoi padroni.
La spesa per cani e gatti del resto non conosce crisi. L’Eurispes la calcola in circa 2,4 miliardi di euro all'anno. Tra questi, 1,1 vanno agli alimenti (670 milioni per i gatti e 450 per i cani), 960 milioni per le visite veterinarie, 337 milioni per spese accessorie. Mentre la spesa per il mantenimento degli animali è cresciuta, tra il 2001 e il 2007, del 30%. Niente di strano che ci siano le terme a coccolarli. C’è persino la palestra dotata, tra le altre cose, di un tapis roulant per il dimagrimento dei cani obesi. Nei mesi invernali viene anche offerto un servizio di asilo diurno a tutti i padroni che non possono occuparsi del loro amico nelle ore lavorative. Più difficile trovare un asilo per i figli. E poi la chiamano vita da cani...