Anche Giorgia nella squadra di Radiodue

da Roma

C’è anche il nome di Giorgia nella folta squadra che animerà i palinsesti 2006-2007 di Radiodue e Radiotre. Una novità fortemente voluta dalla Rai che ha coinvolto la cantante romana nella confezione di un programma intitolato Radiodue on my mind (dal 18 settembre alle 10). Per il resto, spiega il direttore Sergio Valzania, si tratta di felici riconferme. A partire da quel Viva Radiodue!, fiore all’occhiello della radiofonia pubblica (dal 9 ottobre alle 13.40). La presentazione dei nuovi palinsesti coincide, poi, con l’arrivo di una buona notizia per gli ascoltatori di Radiorai. L’azienda di viale Mazzini ha appena concluso, infatti, l’acquisto in Lombardia della frequenza 88,5 Mhz, e questo permetterà una migliore e più diffusa ricezione dei programmi diffusi da Radiodue. A beneficiarne sarà in particolare l'area brianzola, ma nella sua interezza il progetto di sviluppo tecnologico della Rai coinvolgerà anche la Campania, il Lazio e il Veneto.
«È questo un segnale di grande attenzione dell’azienda verso la radiofonia» commenta Valzania. «Viviamo un periodo felice, e il fatto che per la radio ci sia una maggiore attenzione anche da parte di chi è preposto alla rilevazione degli ascolti significa che le cose vanno bene. Vuol dire che abbiamo svolto un buon lavoro, e uno share superiore al 10% è per noi un grande risultato. A beneficiarne non è solo la radio pubblica ma tutta la radio». Quanto a Radiotre, la grande sorpresa è Paolo Poli che dopo tanti anni torna a leggere Pinocchio (dal 15 dicembre alle 9.30), dandogli un’impronta tutta particolare, fatta apposta per un pubblico di radioascoltatori. Una sorta di regalo di Natale per gli affezionati ascoltatori della rete radiofonica, come pure tale dev’essere interpretato il varietà nelle mani di Stefano Bollani e David Riondino. Ma c’è anche Ad alta voce, con l'omaggio - in ottobre e in vista del centenario della nascita - ad Alberto Moravia. Sarà Toni Servillo a leggere Gli indifferenti. Sfogliando i palinsesti citiamo soltanto il programma dedicato al ricordo dei fatti d’Ungheria del ’56 con la partecipazione di Sergio Romano che leggerà e commenterà i giornali dell’epoca.