Anche i Ds difendono la Moratti

«Quelle di Daniela Santanchè sono valutazioni del tutto personali, delle quali non ha mai fatto cenno né con me né con Ignazio La Russa o altri del partito». Il commento sulle poche possibilità che ha Milano di aggiudicarsi l’Expo 2015, scritto ieri sul Giornale dalla parlamentare di An, non coinvolgono, assicura il vicesindaco Riccardo De Corato, Alleanza nazionale. Il vicesindaco di An la pensa in modo opposto, «c’è un’organizzazione per la manifestazione che sta lavorando, e molto bene». Si «dissocia» da Santanchè anche l’assessore alla Cultura Vittorio Sgarbi: «A Milano non siamo stati fermi. Io stesso sono andato in Messico, a raccogliere i voti in Colombia e il sindaco sta facendo moltissimo. Non abbiamo il minimo sentore di quello che afferma, sembra più una resa dei conti tra lei e il sindaco. Un atto singolare, stranamente polemico». Persino il parlamentare dell’Ulivo Emanuele Fiano ammette: «Non sarei così catastrofista. Comune, Regione e Provincia stanno facendo un grandissimo lavoro di diplomazia internazionale».
Solo l’assessore alle Attività produttive Tiziana Maiolo difende la Santanchè: «Sono abbastanza preoccupata sui ritardi del capoluogo lombardo nella corsa per sconfiggere la città turca di Smirne».