Anche i Jethro Tull al «Lugano Estival»

Nove grandi concerti gratuiti da questa sera a sabato nella città svizzera per i tanti appassionati di jazz

Luca Fiore

Comincia questa sera la ventisettesima edizione dell’Estival Jazz di Lugano: nove concerti gratuiti nella cornice di Piazza Riforma, il salotto buono della città. I nomi sono altisonanti: McCoy Tyner, Steps Ahead, Joe Sample, Louie Vega e Jethro Tull.
Ad aprire la manifestazione sarà uno dei nomi storici del jazz contemporaneo, McCoy Tyner. Testimone della grande lezione di Thelonious Monk e Art Tatum, McCoy ha attraversato e segnato tutta un’epoca, a partire da quel leggendario quartetto capitanato da John Coltrane (con Elvin Jones alla batteria) che dal 1960 al 1965 firmò pagine memorabili come My Favorite Things. McCoy arriva a Lugano in compagnia di altri quattro musicisti coi controfiocchi: Gary Bartz, sassofonista dalle reminiscenze parkeriane, Ravi Coltrane, figlio d’arte ma con un percorso artistico di tutto rispetto, Charnett Moffett e Eric Gravatt.
Seguiranno le atmosfere “world” di Lucky Dube, l’artista che in Sudafrica ha venduto più dischi in assoluto (anche più della mitica Miriam Makeba...) e che tutti indicano come il principale protagonista della scena reggae a livello mondiale. A chiudere il primo giorno dell’Estival sarà un principe della scena house mondiale accompagnato dal gruppo più “trendy” in circolazione a New York: Louie Vega & His Elements Of Life.
Anche per domani, 8 luglio, Lugano assicura un programma da non perdere brivido che inizia con gli Steps Ahead. Costituitisi agli inizi degli anni Ottanta (ma si chiamavano solo Steps), furono ospiti di Estival già nel 1982 e fu la loro prima volta in Europa. Il gruppo è formato per l’occasione da Bill Evans, fidato sassofonista di Miles Davis negli anni ’80. Assieme a lui, oltre a Manieri (vibrafono) sul palco saliranno Mike Stern (chitarra), Richard Bona (basso e voce) e Steve Smith (batteria).
Seguiranno poi le sonorità “vintage” dei Commodores, storico gruppo pop americano che spopolò negli anni ’80 e che lanciò Lionel Richie. A concludere la serata di domani sarà Oliver N’Goma, uno dei volti più interessanti della musica africana.
La serata conclusiva dell’Estival sarà aperta dal Trio di Joe Sample, innovatore del pianismo jazz, già fondatore dei Crusaders. Joe Sample si ripresenta sul palco luganese in Trio per accompagnare Randy Crawford, affermata e indiscussa nel panorama mondiale che, con Aretha Franklin, è considerata la maggiore cantante soul degli ultimi trent’anni.
Dopo l’esperienza positiva dell’anno scorso con gli Yes, quest’anno gli organizzatori dell’Estival hanno voluto invitare in Piazza Riforma un altro gruppo storico del rock: i Jethro Tull. Il gruppo inglese, fondato nel 1968, è legato in modo inseparabile all’immagine del loro leader carismatico Ian Anderson, il flautista dalla folta barba che suonava in una curiosa posizione da fenicottero. Chiuderà l’Estival Jazz un artista popolarissimo in Francia, Faudel.