Anche i tassisti contro il terrorismo

Anche i tassisti sono pronti ad accorrere, 24 ore su 24. Parola del vicepresidente del Satam, Raffaele Grassi: «Basterà chiamarci - assicura - e accorreremo». Pensando alla malaugurata eventualità di un attacco terroristico, il Comune chiama in campo tutte le forze a disposizione. Specie dopo le esplosioni a Londra, e alla luce della riunione tecnica in Prefettura, che ieri ha individuato le competenze dei vari organismi chiamati ad intervenire in caso di disastri. Come riferisce l’assessore Guido Manca, «il comando di Polizia locale ha predisposto una squadra speciale nucleare, batteriologica, chimica, radiologica, composta da 45 elementi forniti di maschera, casco, tuta, calzari, guanti, monitor rilevatori di sostanze chimiche non convenzionali, e dotati di veicoli sofisticati». Palazzo Marino ha allertato anche la Protezione civile «con mezzi speciali». E infine i tassisti, «pronti a collaborare, diffondendo comunicazioni tramite le centrali radio e per operazioni di trasporto o evacuazioni delle persone». Il prefetto Bruno Ferrante rassicura però i milanesi: «Abbiamo adottato tutte le misure necessarie, ma siamo convinti che in questo momento non bisogna creare allarmismi».