Anche i vigili urbani a caccia di lucciole

Sono definitivamente operativi anche i vigili urbani di Roma nel contrasto alla prostituzione in applicazione dell’ordinanza del sindaco Gianni Alemanno. Il coordinamento è stato affidato al Gruppo sicurezza sociale e urbana (Gssu), che ha da martedì a disposizione cinque pattuglie per turno: opererà soprattutto nei territori di sette municipi «caldi» per la presenza di prostitute e trans avvalendosi di una pattuglia di tre vigili della zona in uniforme, nei turni antimeridiano e meridiano. «L’attività di verbalizzazione - scrive nella sua circolare Giuliani - potrà riguardare sia il cliente che la prostituta» e ci dovrà essere «la contestazione immediata della violazione accertata». Nel caso sia necessaria un’identificazione le persone fermate verranno controllate presso la sede operativa del corpo ed eventualmente affidate all’ufficio stranieri della questura.