Anche un’isola in regalo a Schumacher

Berlino. Tra i regali più pazzi che Michael Schumacher ha ricevuto per il suo addio alla Formula Uno ci sarebbe anche un'isola da sogno dono dell'emiro del Dubai. Dopo la monoposto del suo ultimo Gp in Brasile dono della Ferrari, secondo il quotidiano tedesco Bild, il sette volte campione del mondo di F1 potrebbe presto trasferirsi sull'isola dell'atollo artificiale che lo sceicco Mohammed Rascid al-Maktoum sta costruendo al largo del Golfo Persico.
Circa 4,5 milioni di euro il valore stimato dell'isola da sogno, che dovrebbe essere completata entro i prossimi due anni e assomiglierà a una nazione. L'atollo artificiale, infatti, si chiama “The World”, il Mondo, ed è costituito da trecento isole che ricalcheranno l'immagine della Terra vista dall'alto. Schumacher avrà la possibilità di costruire anche la sua pista da kart sull'isola, raggiungibile solo tramite barca o elicottero. Non è ancora chiaro però, quale «nazione» sceglierà il tedesco per il suo Paradiso artificiale.
Intanto in casa Ferrari si guarda già alla prossima stagione e Felipe Massa, dopo i due successi di quest’anno, mette le mani avanti: «Quest’anno ho fatto il tappabuchi e ho pensato ad aiutare Michael nella corsa al mondiale. Adesso mi sono guadagnato la riconferma e penso a lottare per il titolo. Anche sfidando Kimi Raikkonen: di certo non alzerò il piede dall’acceleratore per farlo passare...».