Anche l’Islam deve essere tollerante

Mi pare un atteggiamento dominante l’idea che il tempo avrà ragione dell’integralismo violento islamico in quanto la maggioranza moderata prevarrà. Purtroppo la storia, la tradizione, l’applicazione dei precetti e l’atteggiamento delle comunità islamiche va in ben altra direzione, mi pare. Inoltre, le percezioni del tempo e della morte da parte del musulmano sono completamente diverse dalle nostre e creano sensi di colpa incomprensibili. Lo si nota nelle piccole e nelle grandi questioni. Mi preoccupa moltissimo il susseguirsi di episodi di intolleranza a tutte le latitudini: se in un Paese occidentale qualcuno si converte all’Islam o sposa un fedele islamico, affari suoi. Ma quando avviene il contrario succede il finimondo (omicidio e ricatto inclusi) con l’acquiescenza dei nostri benpensanti e la coda tra le gambe delle organizzazioni internazionali. Questo stato di cose non è accettabile: deve esserci una reciprocità. Se questa non si realizza, bisogna cambiare indirizzo. La tolleranza è a doppia corsia oppure non lo è.