Anche Maradona all'addio di Ciro Ferrara

Napoli. Goodbye Ciro. Questa sera al San Paolo Ciro Ferrera dà l’addio al calcio. Sarà una festa con in campo tanti campioni del Napoli e della Juventus. Ciro esordì in serie A il 5 maggio 1985. Rino Marchesi lo mandò in campo in sostituzione dell’infortunato Ferrario con l’ingrato compito di marcare Zibi Boniek. Napoli-Juve finì 0-0. Quel risultato fu merito anche del diciottenne esordiente che subito dimostrò il suo valore. Vent’anni dopo Ferrara chiude la sua carriera con l’ennesimo scudetto conquistato e con tanti primati che pochi altri calciatori possono vantare.
Già ieri mattina, intanto, era scattata la febbre per il Ferrara day. Molti tagliandi erano nelle mani dei bagarini, pronti a venderli ai tifosi fino a qualche attimo prima dell'inizio della serata. Alla festa ci sarà quasi sicuramente Diego Armando Maradona, partito ieri per l’Italia.
Per Ciro Ferrara, però, ci sarà un regalo speciale da San Gregorio Armeno, la strada del presepe nel centro storico di Napoli. Il maestro Giuseppe Ferrigno ha realizzato una statuina del presepe alta 40 centimetri, che raffigura il giocatore con la maglia numero 2 della Juventus vincitrice dell'ultimo scudetto. Sabato a Marsiglia, infine, anche George Weah lascerà il calcio. Tra le star attese ci saranno Del Piero e Maldini.