«Anche nei pc un filtro per i minori»

L’uso del «parental control» può tutelare i ragazzi che navigano su internet. Ne è convinto il ministro della Pubblica istruzione Giuseppe Fioroni, che ha annunciato l’intenzione di applicare alla tv, ma anche ai computer filtri, per limitare gli accessi: «Abbiamo presentato in Consiglio dei Ministri un importante provvedimento e mi sono battuto perché ad esso venisse aggiunto qualcosa in più. La rete è una grande forma di libertà ma penso che ci sia la necessità che i genitori riflettano sui pericoli di un accesso indiscriminato ad internet da parte dei propri figli». Un idea condivisa anche dall’amministratore delegato di Microsoft Italia Marco Comastri: «Accogliamo con grande favore l’intervento del ministro, a sostegno dell’importanza dell’utilizzo di filtri e software di parental control. E in questa direzione vanno infatti sia le funzioni di controllo integrate nel nostro sistema operativo sia i nostri software gratuiti».