Anche il pm dice sì ai domiciliari per la Br Banelli

Il tribunale del riesame di Bologna si è riservato la decisione sulla richiesta di Cinzia Banelli, la pentita delle nuove Br, di ripristinare gli arresti domiciliari che le sono stati revocati dopo che aveva concesso una intervista non autorizzata al Corriere della Sera. Il tribunale del capoluogo emiliano ha discusso ieri della decisione di revoca presa dal gup di Bologna, dove la Banelli è stata giudicata e condannata per l'omicidio del professor Marco Biagi, dopo la presentazione di una istanza da parte dell'avvocato difensore Grazia Volo. Analoga decisione era stata presa dal gup di Roma. Banelli si è presentata oggi davanti ai giudici spiegando che lei non credeva di violare gli obblighi concedendo l'intervista. Lo steso pm, Paolo Giovagnoli, si è espresso per il ripristino dei domiciliari. A inizio novembre l'ex brigatista, che ha un figlio di un anno e mezzo, era stata costretta a lasciare la sua abitazione, a Vecchiano, dove da qualche tempo scontava la pena ai domiciliari, per tornare in prigione.