Anche il rame torna a salire

La settimana si conclude con un rialzo corale dei mercati chiave delle materie prime. Tre le componenti principali che spingono i prezzi: le strozzature dal lato dell’offerta, le tensioni geopolitiche e le aspettative, mai sopite, di un nuovo e serio scivolone del biglietto verde. Così, i prezzi a tre mesi del rame sono tornati sopra gli 8mila dollari per tonnellata. Tra i metalli preziosi, l’oro ha rivalicato il muro dei 660 dollari l’oncia. Petrolio sempre a passo di record e prossimo a quota 80 dollari.