Anche la Sardegna a rischio tracollo

Non c’è solo l’Abruzzo a tormentare i sogni del Partito democratico. Anche in Sardegna, se si votasse oggi, il centrosinistra perderebbe e il Popolo della libertà conquisterebbe il governo della regione. A fare il punto sull’emorragia di consensi nell’isola sono stati i riformisti sardi riuniti in assemblea. La rivelazione - riportata dall’Unione Sarda - è venuta da Antonello Cabras: «Oggi, nelle intenzioni di voto, in Sardegna il Pd è 13 punti dietro il Pdl». Per questo gli oppositori del governatore Renato Soru (nella foto), vorrebbero evitare le elezioni.
A puntare sul voto anticipato è invece il centrodestra e lo stesso Soru. Le elezioni sembrano sempre più probabili anche alla luce della nomina, avvenuta lunedì, dell’assessore ai Lavori Pubblici, Franco Mannoni, a vicepresidente della Giunta, che molti interpretano come anticamera della conferma delle dimissioni da parte del governatore.