Anche la Scala farà la Notte bianca fino all’alba

D’Alessio, Alexia, Anguun, Meneguzzi, Paola e Chiara: in piazza del Cannone e Duomo megaconcerti con tanti big

Chiara Campo

Il tempio della lirica spalanca le porte ai milanesi per una notte intera. Accadrà il 18 giugno, ma già dal 6 parte l’assalto al numero verde del Touring Club (800.199973) per prenotare le visite gratuite al teatro alla Scala. Uno degli eventi più attesi tra gli oltre 400 in programma per la seconda edizione di «Milano Live, la città che vive», organizzata dall’assessorato comunale Moda, turismo e grandi eventi. Dalle 17 alle 22 ci saranno le visite al Museo del teatro, con veduta sulla sala dei palchi. Dalle 22 alle 5 del mattino, invece, il mini-tour all’interno del Piermarini restaurato, tra i ridotti dei palchi, il foyer, la sala e il palco reale. Per tutta la notte resterà aperto ai curiosi anche Palazzo Marino, dove la presidenza del consiglio comunale ha organizzato anche un concerto di mezzanotte per allietare le visite. Ma a trascinare per le strade un fiume di giovanissimi - e non solo - saranno sicuramente i big che si alterneranno in due concertoni, uno organizzato da Rtl 102.5 in piazza Duomo e il «Miller Music Tour» in piazza del Cannone. Il primo vedrà sul palco tra le 22.30 e l’una e trenta artisti come Gigi D’Alessio, Paolo Meneguzzi, Paola e Chiara, Max De Angelis, Marco Masini e Le Vibrazioni, ma si continuerà a ballare in piazza fino alle 5 con la musica mixata dai deejay. Dietro al Castello Sforzesco, invece, lo show comincerà alle 17 senza sosta fino alle 3 del mattino. Tra gli artisti: Anguun, Alexia, Zero Positivo, Negramaro, Anna Tatangelo, Luca Dirisio, Kelly Joice e ancora Gigi D’Alessio, Meneguzzi e De Angelis. Omaggio ai grandi cantautori - De Andrè, Gaber e Battisti - in piazza Santo Stefano, concerti d’organo nelle chiese aperte durante la notte.
Ma «Milano Live» sarà anche la notte della cultura, con i musei aperti fino a tardi, dal Cenacolo al Pac, dal museo della Scienza e della tecnica alla mostra Annicinquanta a Palazzo Reale. «La città delle vertigini» vivrà sulla cima della Torre Velasca e Branca, sulla Terrazza Martini e tra le guglie del Duomo, con letture di racconti e poesie (compresa la colazione sul tetto) organizzate da Massimiliano Finazzer Flory, mentre a Brera gli allievi della scuola del Piccolo teatro proporranno letture futuriste. Negozi, bar e ristoranti aperti (sul sito dell’Unione del commercio si possono scaricare le vetrofanie per informare in anticipo sugli orari), eventi sparsi anche in periferia come il concerto di Radio Meneghina ad Affori a quello in milanese alla Bicocca alla programmazione straordinaria del cinema Europlex. Gara di kart di fronte alla Triennale tra i 35 equipaggi che si sfideranno nella «500 Miglia race challenge». E per tutta la durata della manifestazione, l’associazione dei panificatori distribuirà brioche e pane caldo nell’area dell’ex camposanto, dietro a Duomo. Ultimo appuntamento della notte ai giardini di via Palestro, dove si potrà aspettare l’alba assistendo al concerto dei percussionisti giapponesi. Per l’occasione i mezzi pubblici funzioneranno fino alle 6 del mattino.
Compagnie aeree, agenzie di viaggio e molti hotel offrono «pacchetti» a prezzi speciali per attirare anche visitatori stranieri o dalle altre regioni. «La notte bianca - assicura l’assessore Giovanni Bozzetti - sarà un momento in cui i milanesi si riapproprieranno delle vie, delle piazze, dei musei, dei teatri, dei palazzi storici e delle università. Gli eventi sono più di 400, il doppio dell’anno scorso. E questa volta contiamo di superare il milione di spettatori».

Annunci

Altri articoli