«Anche senza Europei farò lo stadio»

Gli Europei del 2012 finiscono alla Polonia e all'Ucraina e ieri è arrivato anche il duro commento del presidente della Sampdoria Riccardo Garrone: «Sono profondamente dispiaciuto per quanto accaduto a Cardiff - ha detto il massimo dirigente blucerchiato -, ma la scelta dell'Uefa non incide né modifica i nostri piani sulla volontà di dotarci di un impianto di nostra proprietà. Non voglio fare ulteriori commenti sulla vicenda, altrimenti dovrei aprire un libro intero. Infatti il mio pensiero è già noto a tutti ma quanto avvenuto è l'ennesima dimostrazione di come la credibilità dell'associazione a cui appartengo (la Lega Calcio, ndr) sia ormai vicina allo zero. Per quel che ci riguarda, ribadisco comunque che entro la prima settimana di maggio verrà presentato formalmente a tutti gli enti competenti (Regione, Provincia, Comune, Demanio, Figc e Autorità Portuale, etc...) il progetto e il relativo studio di fattibilità economico/finanziario da parte di una società in via di costituzione creata ad hoc dal nostro gruppo (Garrone, San Quirico) e dal fondo internazionale già individuato». Insomma, il progetto stadio va avanti anche senza Europei in Italia.
Intanto brucia ancora la sconfitta di Udine. Un gol su rigore, peraltro dubbio, ha spento ogni ambizione della Sampdoria per questo campionato, ma soprattutto non ha consentito alla squadra di cancellare il 4-0 subito contro la Roma. Questa volta la partita è stata diversa e forse i blucerchiati avrebbero meritato almeno un pareggio. Ma questo è il calcio e a far discutere è soprattutto la squadra che ora Novellino dovrà inventarsi per la sfida di domani sera (ore 18) con il Messina. Non ci sarà Accardi, squalificato e sostituito da Sala, ma soprattutto non ci sarà Quagliarella, ammonito dopo un fallo nel primo tempo e già in diffida. Giocherà Romeo, probabilmente insieme a Bazzani, comunque fuori condizione. Un Romeo che ha vivacizzato il match e ha servito su un piatto d'argento due cross poi non concretizzati da Franceschini e Maggio. Un Romeo comunque promosso a pieni voti da Novellino che gli consegnerà con il Messina la maglia da titolare. Il finale di stagione comunque rischia di scivolare via incolore, anche se i tifosi parlano non solo di Uefa ma anche di zona retrocessione.
In realtà l'esiguo valore del campionato dovrebbe fissare la quota salvezza intorno ai 36 punti e quindi la Samp potrebbe già considerarsi fuori dalle acque agitate. Zona Uefa? Il distacco con la Fiorentina è di 5 punti, e all'ultima c'è proprio il match con i viola. Utopia? Sembra di sì a giudicare dall'umore dei supporter sui siti sampdoriani.