Anche Spagna e Tacconi a Jubilmusic

Migliaia di giovani sono a Sanremo da oggi a domenica per la nona edizione di Jubilmusic, il grande Meeting dei Giovani, abbinato al Festival Internazionale di Christian Music, quest'anno intitolato «Note di luce per un cammino di luce».
L'evento, organizzato dal Servizio Nazionale per la Pastorale giovanile del Cei, con la diocesi di Ventimiglia e Sanremo e l' associazione Sanremo Soul Music, si è aperto ieri con un Meeting dei Ragazzi, per gli alunni dalla quarta elementare alla seconda media.
«I ragazzi, anche nella loro espressione più vivace, quasi spensierata e a volte pure rumorosa - ha detto, stamane, il vescovo Alberto Maria Careggio, durante la presentazione dell' evento - esprimono sempre un bisogno di valori importanti che si possono comunicare in mille modi. Uno di questi è la musica. Queste note di luce non sono altro che proposte, fatti, esperienze e anche interpretazioni della vita, sotto il profilo musicale».
Numerosi anche quest'anno gli ospiti, tra i quali l'ex portiere della Juventus e della Nazionale di calcio Stefano Tacconi, l'Alexian Group ovvero la voce europea di cultura e fede rom, lo statunitense Steve Angrisano, cantante, compositore e oratore, a lungo impegnato con l'universo giovanile.
A rappresentare la musica italiana ci sarà la cantante Ivana Spagna. Tra gli ospiti, anche il gruppo musicale indiano 'Talam', e padre Fatmir Gjimaraj che a 18 anni, nel 1991, lasciò a nuoto l'Albania con la prima ondata di uomini e donne in fuga dal regime totalitarista, sognando di cambiare vita in Italia. Dopo cinque chilometri percorsi a bracciate, una vecchia carretta del mare lo raccolse e lo portò a Brindisi. Da allora si avicinò alla Chiesa. L’evento si concluderà domenica alle 11 con una solenne concelebrazione nella cattedrale di San Siro.