Anche Tabacci tra i big bocciati

Amministrative amare per molti volti noti a Milano. E anche per qualche consigliere di lungo corso. Restano fuori dall’assemblea di Palazzo Marino, infatti, l’ex sindaco e attuale assessore regionale alla Casa, Giampiero Borghini, Stefano Zecchi, assessore alla Cultura della giunta Albertini, entrambi candidati con la Lista Moratti, il «big» dell’Udc Bruno Tabacci, ex presidente della Regione Lombardia, l’ex portiere della Nazionale Stefano Tacconi e la soubrette Ambra Orfei (entrambi di An). Quanto all’opposizione, il centrosinistra, deve lasciare il Consiglio comunale dopo vent’anni Basilio Rizzo, di «Miracolo a Milano», a meno che Dario Fo non decida di rinunciare al seggio. Non ce la fanno neppure l’ex senatore verde Fiorello Cortiana, Roberto Biscardini e Marco Cappato (Rosa nel pugno), Maria Cristina Treu, sorella dell’ex ministro del Lavoro, Silvia Veronesi, figlia dell’ex ministro della Sanità, e Davide Tinelli detto «Atomo», consigliere uscente di Rifondazione comunista.