Anche Zapatero segue la strategia dell’Eurogruppo

Anche il governo Zapatero si allinea alla strategia varata dall’Eurogruppo nel vertice di Parigi. L’esecutivo spagnolo ha approvato ieri, per decreto, un investimento straordinario da 100 miliardi per affrontare la crisi finanziaria. Il fondo servirà a garantire i prestiti interbancari, i prestiti e i depositi bancari fino al 31 dicembre 2009. Al termine del consiglio dei ministri, riunito in sessione straordinaria, il primo ministro ha sottolineato che il piano punta ad assicurare maggiore liquidità alle banche. Il governo socialista mantiene aperta l’opzione dell’acquisto di azioni bancarie, ma assicura che «attualmente non è necessario». Secondo Zapatero, «grazie agli stretti controlli in vigore nel Paese» gli istituti di credito spagnoli hanno tutti una posizione solida.