Anche Zaza per salvare Di Carlo nella tana dell’Udinese

In uno dei momenti più difficili della sua storia recente, la Sampdoria oggi affronta l'Udinese in trasferta (ore 18, arbitro Pierpaoli di Firenze). I blucerchiati dovranno avere la forza per isolarsi dalle vicende delle ultime ore e cercare di strappare un risultato positivo, per salvare una classifica sempre più deficitaria (solo sei punti di vantaggio sulla zona retrocessione) e magari per salvare anche la panchina di Mimmo Di Carlo, certo non il principale responsabile della crisi della squadra (se non altro, considerando le scelte della società a stagione in corso, con le partenze di Cassano e Pazzini).
La buona notizia è il recupero di Lucchini: il difensore - dopo la frattura ad uno zigomo nella gara con la Juventus - giocherà con una speciale mascherina protettiva. Sempre out Gastaldello, i blucerchiati recuperano dunque un centrale di peso: al fianco di Lucchini dovrebbe giocare Volta, in ballottaggio comunque con Martinez, che ha destato una discreta impressione all'esordio, mercoledì sera, in maglia doriana. Squalificato Poli, a centrocampo scelte obbligate: spazio a Tissone e capitan Palombo.
Ancora fuori per infortunio Nicola Pozzi, ma il reparto offensivo recupera Biabiany: l'esterno francese, uscito malconcio dalla sfida col Cagliari, è stato regolarmente convocato, anche se non è da escludere che in attacco possano partire titolari Macheda e Maccarone, con l'ex interista in panchina. Convocato il giovane Zaza: andrà in panchina, così come alcuni volti nuovi (Laczko e Perticone) che sin qui non hanno avuto modo di mettersi in mostra.
La probabile formazione: Curci in porta, Zauri, Lucchini, Volta e Ziegler in difesa, Mannini, Palombo, Tissone e Guberti a centrocampo, Maccarone e Macheda in attacco.