Ancora disagi Oggi per la «cronometro» del Giro d’Italia strade e piazze chiuse

IN TILT A Ostia si prevedono code per l’Air Show con le Frecce tricolori. E martedì prossimo sarà la volta della parata militare

La settimana cruciale cominciata con la finale di Champions League all’Olimpico e proseguita con il G8, non si è ancora conclusa. Oggi, con la gara a cronometro che chiude il Giro d’Italia Roma vivrà un’altra giornata di passione sportiva e non solo: le strade del centro percorse dai ciclisti saranno chiuse al traffico e 43 linee bus deviate. La tappa clou del giro arriva al termine di una settimana di eventi che hanno messo alla prova, sul fronte del traffico e della sicurezza, la città e soprattutto il suo centro storico. La gara a cronometro del Giro partirà da piazza Venezia alle 14 e attraverserà le strade principali del centro storico per concludersi intorno alle 17.15. Via dei Fori Imperiali sarà chiusa al traffico, tra largo Corrado Ricci e piazza Madonna di Loreto. Transenne anche in strade e piazze del rione Prati. Saranno 43 le linee dell’Atac deviate, nove i capolinea chiusi e due i capolinea temporanei. Disagi sul fronte del traffico si potranno registrare anche per un altro evento in programma oggi alle 13 a Ostia: l’International Air Show con l’esibizione delle Frecce tricolori e un milione di spettatori.
Ma i disagi non sono ancora finiti: martedì prossimo 2 giugno, si celebrerà il LXIII anniversario della proclamazione della Repubblica, con la tradizionale parata militare di via dei Fori Imperiali. Problemi sia per l’installazione delle tribune, sia per le prove. Martedì, a partire dalle 4 verranno chiuse numerose strade: via Cristoforo Colombo (dalla circonvallazione Ostiense a piazzale Numa Pompilio), piazzale Numa Pompilio, viale della Terme di Caracalla, piazza di Porta Capena, via di San Gregorio, via Celio Vibenna, piazza del Colosseo, via del Fori Imperiali, piazza Venezia, via del Teatro Marcello, via Petroselli, piazza Bocca della Verità, via del Circo Massimo e piazza di Porta Capena.
Per quanto riguarda il trasporto pubblico i primi provvedimenti di deviazione delle linee normalmente in transito nella zona interdetta al traffico interesseranno le linee notturne n2, n3, n4, n5, n6, n7, n8, n9, n10, n11, n12, n15, n18, n19, 20n e n25. Con l’avvio del servizio diurno, invece, scatteranno le deviazioni di percorso per le linee C3, H, 3, 30 Express, 40 Express, 44, 46, 60 Express, 62, 63, 64, 70, 75, 81, 84, 85, 87, 95, 118, 119, 130 Express, 160, 170, 175, 190 Express, 492, 590, 628, 671, 673, 714, 715, 716, 780 e 916. Soppresso, almeno fino alle 13, il capolinea dei bus di piazza Venezia. La fermata «Colosseo» della linea B del metrò resterà chiusa. I treni, quindi, passeranno senza fermarsi fino a che non verrà data l’autorizzazione alla riapertura degli ingressi alla stazione. Al termine della parata tutte le strade chiuse verranno progressivamente riaperte, ad eccezione di via dei Fori Imperiali dove inizierà lo smontaggio delle tribune.