Ancora fughe: allarme in una chiesa

Una nuova fuga di gas si è verificata mercoledì pomeriggio in un complesso religioso che fa capo alla Chiesa di San Pietro in Gessate. La perdita, di non grande entità stando a quanto riferito dalla polizia, è stata riparata dai tecnici dell’Aem accorsi per l’intervento.
L’episodio è accaduto intorno alle quattro e mezzo in via Corridoni: a chiamare la polizia è stato proprio il parroco che aveva sentito forte odore di gas nei pressi di una centralina dell’azienda municipalizzata, che si trova in un cortile dello stabile. Intanto, dopo la tragedia di via Lomellina, aumentano le richieste di intervento da parte dei cittadini a causa di presunte fughe di gas, come comunicato nei giorni scorsi dai vigili del fuoco: non a caso si è parlato di «psicosi». Sempre mercoledì, all’alba, ancora in via Lomellina si era verificata la rottura di una tubatura all’altezza del civico 1, a breve distanza dal punto del crollo, poi puntualmente riparata dai tecnici dell’Aem.