Ancora guai per la Samp: Cassano incerto con il Toro

Mazzarri non recupera Accardi. Bellucci sotto i ferri: stop per 4 gare

Dopo la brutta tegola per il forfeit di Campagnaro, Walter Mazzarri dovrà fare i conti anche con la pesante assenza di Claudio Bellucci per almeno un mese. L'attaccante della Sampdoria, infatti, alle prese con una lesione al menisco sarebbe dovuto tornare in campo tra due settimane ma lo staff medico alla fine ha deciso di optare per l'operazione. Bellucci sarà quindi sottoposto ad intervento chirurgico all'inizio della prossima settimana e salterà le prossime quattro gare di campionato.
Sampdoria in grande emergenza, quindi, quella che questo pomeriggio affronterà al Ferraris il Torino di Walter Novellino, anche perché ieri Antonio Cassano è stato colpito da un attacco influenzale. Le sue condizioni saranno valutate soltanto questa mattina ma lo staff medico spera comunque di mandarlo in campo dal primo minuto, anche perché senza il numero undici l'unica punta rimasta è Emiliano Bonazzoli. Grande emergenza, poi, perché oltre a Bellucci e Cassano a mezzo servizio, anche Accardi non è al meglio della condizione dopo essere uscito per un problema muscolare contro l'Inter e soprattutto con Campagnaro fermo un mese, il tecnico preferisce non correre rischi con un altro difensore. Riuscirà ad essere in campo, invece Sala, alle prese con un problema al ginocchio. Sala partirà al centro della difesa con Lucchini a sinistra e Gastaldello a destra. Davanti ancora fiducia a Bonazzoli insieme a Cassano, mentre i grandi esclusi saranno a centrocampo, visto che Delvecchio e Volpi non saranno schierati nella formazione titolare. Palombo sarà così confermato nel ruolo di regista con Sammarco e Franceschini ai lati mentre gli esterni saranno ancora Maggio e Pieri, quest'ultimo tenuto a riposo per la gara infrasettimanale con l'Atalanta. In una situazione quindi non certo facile, adesso Mazzarri dovrà pensare a riscattare l'ennesima sconfitta esterna, la nona di questo campionato. A Marassi oggi proverà a sfruttare il fattore campo, anche se di fronte ci sarà un Torino galvanizzato dal pareggio contro la Juventus.
Al tecnico blucerchiato non resta quindi che affidarsi ad Antonio Cassano, sempre che l'attaccante oggi non sia costretto a dare forfEit. Se riuscirà ad essere in campo Cassano ancora una volta sarà obbligato a prendere per mano la squadra.
Dall'altra parte proprio Novellino ha studiato una sorta di gabbia per imbrigliare il giocatore più talentuoso della formazione di Walter Mazzarri. Nella formazione granata recupera in extremis invece Aimo Diana, che si era infortunato alla coscia durante il derby. Oltre al difensore Marco Pisano, quindi, sarà proprio Diana uno degli ex di questa partita.