Ancora minacciata la vedova Fortugno

Ancora minacce alla parlamentare della Margherita Maria Grazia Laganà, vedova di Franco Fortugno, il vice presidente del consiglio regionale della Calabria ucciso a Locri il 16 ottobre del 2005. Ieri mattina le è arrivata una lettera con all’interno una frase composta da ritagli di giornale: «Ti controllo, smettila di agitarti, nessuno ti può salvare». Maria Grazia Laganà, tra l’altro è componente della Commissione parlamentare antimafia. Immediata la sua reazione: «Voglio che sia chiaro a tutti - ha detto la Laganà - che nulla e nessuno fermerà il mio sforzo affinchè siano individuati tutti i responsabili della morte di mio marito ed affinchè le indagini proseguano ad ogni livello ed in ogni direzione».