Ancora pirati in Nigeria, sequestrato mercantile: batte bandiera italiana

A bordo della nave ventitrè persone bloccate da tre pirati: 20 filippini, il comandante di nazionalità
romena, e due italiani (il primo ufficiale e un allievo ufficiale)

Un mercantile italiano, che trasporta gasolio per autotrazione ed appartenente ad una società armatrice di Napoli è stato sequestrato mentre navigava nel golfo della Nigeria. La nave finita in mano ai pirati è la "Rbd Anema e Core" della compagnia armatrice Rbd Armatori Spa di Torre del Greco (Napoli). Ventitrè le persone a bordo, bloccate da tre pirati: 20 filippini, il comandante di nazionalità romena, e due italiani (il primo ufficiale e un allievo ufficiale).

La Farnesina L'unità di crisi della Farnesina è in contatto con la società armatrice del mercantile italiano sequestrato nel golfo della Nigeria, in una zona non nuova a questo tipo di attacchi. Il ministero degli Affari esteri fa sapere che sta seguendo la vicenda in stretto collegamento con il comando generale delle capitanerie di porto.