«Ancora questioni irrisolte»

«Coraggiosissima e bravissima per come ha collaborato con noi in questi giorni». Ha definito così, il prefetto, Bruno Ferrante la 22enne che, la notte tra venerdì e sabato in via Chopin, è stata violentata da un gruppo di cinque romeni e che ha contribuito con la sua testimonianza all’arresto degli stupratori.
«Sappiamo comunque - ha proseguito Ferrante - che non abbiamo risolto tutti i problemi con l’arresto dei responsabili perché ci sono questioni di fondo alla base di situazioni di insicurezza. È un esempio il caso della Romania, da dove si verificano ingressi incontrollati in Italia».