Ancora tessere per i rossoblù

Si gioca, si lavora, si completa la squadra. I dirigenti di Genoa e Sampdoria stanno stringendo il cerchio di un mercato, orientato ai botti quello rossoblu (tanto da convincere il club a prolungare di una settimana la campagna abbonamenti, che sarebbe terminata ieri sera a quota 16 mila 500) e alle conferme dei big quello blucerchiato, che ormai è sempre più agli sgoccioli. Vero è che c'è ancora un mese di tempo, ma la lista Uefa della squadra di Di Carlo dovrà essere consegnata a metà mese, mentre Gasperini spera ancora in due regali da parte del presidente Enrico Preziosi e di trovare, alla ripresa degli allenamenti a Pegli, una rosa un po' più ristretta. Domani infatti il tecnico potrebbe non avere a disposizione Robert Acquafresca, che non era presente all'amichevole di Varese a causa di un attacco febbrile. Alla fine la volontà del giocatore sembra aver prevalso e il Genoa lo ha accontentato accettando l'offerta del Cagliari. Il nuovo acquisto Veloso intanto, dopo aver firmato il contratto, è tornato in Portogallo ed è atteso a Genova martedì. Intanto la società continua a lavorare sull'idea Giovinco, anche se ieri il patron Preziosi è intervenuto con una mezza smentita: «Lo scambio Giovinco-Sculli? Se lo accettassi, avrei qualcosa da farmi registrare. Invece credo che il cervello mi funzioni ancora bene. Se Sculli andrà via, di certo non andrà via per Giovinco». Mentre da Roma rimbalza ancora una volta l’ipotesi di uno scambio che porterebbe Cristian Ledesma in rossoblù in cambio di Prince Boateng in biancazzurro.
Sul fronte blucerchiato, dopo la seconda prova spagnola contro l'Espanyol, la società sta continuando a lavorare per l'esterno di centrocampo. In realtà l'operazione non sembra semplice, a causa dello stop nella trattativa che dovrebbe portare Balotelli al Manchester City. L'arrivo dell'interista infatti potrebbe sbloccare Waiss ma tutto è rimandato alla fine della settimana. Nel frattempo ci sono anche molti club interessati ai risultati della Sampdoria ai play off di Champions League. Il Milan infatti sta seguendo con grande attenzione il baby centrocampista Andrea Poli, valutato dalla società circa 10 milioni di euro. L'ex dg Beppe Marotta, prima dell'addio, si era assicurato il suo futuro con un prolungamento del contratto ma non è escluso che in caso di uscita dalla Champions la Samp possa decidere di privarsene. La squadra intanto oggi tornerà a Moena .