Ancora una volta i ladri in casa Nuova disavventura per Simona

Super Simo ancora una volta nel mirino dei topi d’appartamento. Quello di sabato sera è stato un brutto rientro a casa infatti per Simona Ventura, la regina della tivù italiana. Dei ladri acrobati, approfittando di un ponteggio davanti allo stabile dove la conduttrice della trasmissione sportiva della domenica pomeriggio di RaiDue «Quelli che il calcio» abita con i suoi figli - una traversa tra via Vittor Pisani e via Fabio Filzi, a due passi dalla stazione Centrale e da piazza della Repubblica - sono saliti fino al quarto e ultimo piano e, approfittando di un terrazzino con le tapparelle tirate su, hanno rotto il vetro e sono entrati nel suo appartamento.
Nell’abitazione in quel momento, per fortuna, non c’era nessuno. I malviventi hanno potuto rovistare indisturbati ovunque, ma non hanno trovato nulla di loro interesse o, comunque, nulla in vista che potesse avere un valore reale. Hanno tentato sì di aprire la cassaforte a muro nella camera da letto, ma poiché l’operazione si è rivelata troppo complicata (e presumibilmente troppo lunga) hanno desistito, appropriandosi solo di qualche oggetto o suppellettile che potevano facilmente portarsi via andandosene dal ponteggio. Cose che, al suo ritorno, poco prima dell’una, la Ventura, parlando con i carabinieri che ha avvertito immediatamente chiamando il 112, ha definito «irrilevanti».
«Hanno solo fatto una gran confusione e messo le mani tra la mia roba, nella mia casa: una situazione sempre spiacevole, per chiunque» ha detto, minimizzando, Super Simo ai militari della Rilievi della compagnia Duomo che, la scorsa notte, hanno subito cercato di trovare qualche impronta che possa avere un qualche interesse investigativo. I carabinieri hanno dichiarato che la Ventura, nella giornata di ieri (e dopo i suoi impegni professionali) si riservava di sporgere una regolare denuncia.
Non è la prima volta che la conduttrice televisiva è vittima dei ladri. Nel gennaio 2005, infatti, presentò una denuncia contro ignoti dopo aver scoperto un furto di gioielli, orologi e argenti dalla cassaforte della camera da letto. Allora però si trattò di un caso davvero molto particolare, una sorta di giallo-rosa: il malvivente in questione, dopo aver fatto man bassa anche di accappatoi e asciugamani dagli armadi, se ne andò lasciando una «firma»: decine e decine di rose sparse in tutto il salotto.
Ma non è finita qui. Lo scorso 23 maggio, durante la finale di Champions League, Simona Ventura si trovava a Madrid per assistere all’incontro Bayern Monaco-Inter quando è stata avvicinata da due ragazzini spagnoli che le hanno chiesto di fare una foto. Nemmeno il tempo di girarsi verso gli amici che l’accompagnavano, Francesco Facchinetti e Daniele Battaglia che la conduttrice è stata derubata della borsa da uno dei due spagnoli. La conduttrice televisiva, a quel punto, ha chiesto ai due amici d’inseguire il ladro, ma era troppo tardi: il ragazzino, approfittando della calca dei tifosi che invadevano la città, era riuscito a dileguarsi.