Andrea Jublin candidato all’Oscar «Ho pensato che fosse uno scherzo»

da Milano

È dedicato a chi ha problemi di condotta Il supplente, il cortometraggio candidato all'Oscar scritto, diretto e interpretato dal torinese Andrea Jublin e prodotto da Sky Cinema. Nel filmato di 15 minuti, Jublin ha il ruolo di un avvocato che fa irruzione in una classe di liceo fingendosi un supplente assai più indisciplinato degli alunni. «È un uomo che vuole ritrovare l'energia dell'adolescenza - racconta il regista -; ha problemi di condotta perché rifiuta di soccombere all'immobilismo del mondo degli adulti. Continua a desiderare di crescere».
Anche la storia personale di Jublin è all'insegna delle aspirazioni perseguite per una vita, a costo di grandi sacrifici. Classe 1970, il regista ha lavorato per anni come copywriter. «Scrivevo i miei soggetti la notte - racconta -. Il primo lungometraggio, Ginestra, l'ho girato in uno scantinato in condizioni agghiaccianti». A Sky Jublin è arrivato vincendo un concorso: ne Il supplente l'azienda ha investito circa 80mila euro ed è stata lungimirante perché il cortometraggio ha vinto riconoscimenti prestigiosi. «Ma quando mi ha telefonato l'Academy per dirmi che ero stato nominato agli Oscar ero sicuro che si trattasse di uno scherzo», confessa. Il supplente sarà trasmesso domani alle 20.40 su Sky Cinema 3 e, in replica, domenica 24 alle 23.10 su Sky Cinema 1 nell'ambito della diretta degli Oscar.