Andreotti a Mastella: torna con Prodi

Il senatore a vita: "Non vedo assolutamente il clima per non andare avanti nella legislatura. Al momento attuale non ne vedo uno alternativo che possa essere
meglio"

Roma - Il senatore a vita Giulio Andreotti invita il leader dell’Udeur Clemente Mastella a scongiurare la crisi di governo, convinto che comunque "non c’è" il clima per elezioni anticipate. "Secondo me non c’è clima da elezioni, non vedo assolutamente il clima per non andare avanti nella legislatura", dice il senatore a vita. E "io non ho nessuna pregiudiziale contro il governo di Prodi, anche perché nel momento attuale è questo: non ne vedo uno alternativo che possa essere meglio". "Spero che l’uscita di Mastella dal governo sia un fatto provvisorio che si superi - dice il sette volte premier democristiano molto attento anche alle posizioni della gerarchia d’Oltretevere, in un’intervista rilasciata a Controcorrente, l’approfondimento di Sky Tg24 - perché non mi pare che ci siano le ragioni di fondo perché Mastella lasci il governo".

"Voltiamo pagina" "Si giri pagina e si torni a lavorare su cose importanti, non solo sui fatti personalià", esorta dunque Andreotti. Quanto alla vicenda giudiziaria che ha coinvolto il leader dell’Udeur e alla luce della citazione peresonale ricevuta ieri dallo stesso Mastella , Andreotti invita Mastella a non farne troppo una questione personale: "Da parte mia ho avuto solo una montatura durata troppi anni e nessuno m’ha chiesto scusa, però sono sopravvissuto, quindi anche Mastella...".