Andreotti a quasi 90 anni «il mejo fico der bigoncio»

Il 14 gennaio il senatore Giulio Andreotti (nella foto) compirà 90 anni. «Il divo» Giulio, sul quale il regista Paolo Sorrentino ha incentrato un apprezzatissimo film che ha conquistato premi importanti, resta la coscienza storica dell’Italia repubblicana ma, nonostante l’età ben portata, non perde appeal. E ora diventa anche «er mejo fico der bigoncio». Roma gli rende omaggio con il singolare premio, giunto alla sesta edizione e dedicato alla romanità e a chi le ha dato lustro nella cultura, nell’arte, nello spettacolo, nella politica e nello sport. Andreotti riceverà oggi in via Margutta il riconoscimento proprio sotto il fico a cui è dedicato. Tra i «mejo fichi» del passato il regista Gigi Magni, il comico Gigi Proietti, il calciatore Philippe Mexes, di cui Andreotti, romanista doc, andrà orgoglioso. Mentre Totti rosica... Non è abbastanza «fico».