Anelli preziosi come gourmandise Nella capitale la prima di Pom Pom

Petit fours presentati da un impeccabile maître francese: ma le piccole mousse, i sorbetti e i bon bon sono anelli esclusivi che compongono la collezione Pom Pom di Pomellato, presentata ieri a un gruppo di selezionati ospiti in Villa Spalletti Trivelli, splendida dimora trasformata in relais di charme a un passo dal Quirinale. Un parterre di altissimo livello è stato invitato per un lunch nelle sale e nel giardino della villa e poi, in una sala buia dove avevano accesso pochi ospiti per volta, ha potuto vedere da vicino (e provare) venti anelli destinati a troneggiare su pochissime dita. Ogni pezzo della collezione è infatti unico per foggia, accostamento, pietra, ma soprattutto per produzione; nel senso che ne viene prodotto uno soltanto. E a chi vuole aggiudicarselo poterselo permettere non basta: deve anche sperare che sia della giusta misura... Davanti a Pom Pom lo stupore degli ospiti è stato palpabile, misto a una vera e propria golosità procurata dall’insolita presentazione. Chi vuole vedere, o rivedere, la collezione da oggi fino al 14 ottobre, potrà farlo nella boutique Pomellato in piazza San Lorenzo in Lucina. Su appuntamento, si badi bene. Poi la collezione Pom Pom andrà in tournée a Parigi,New York, Firenze, Montecarlo, Milano. Se resteranno abbastanza anelli, naturalmente. Fra gli ospiti Isabella Rauti, moglie del sindaco Alemanno, Paola Ferrari De Benedetti, Diamara Leone Parodi Delfino, Manfred e Vittoria Windisch-Graetz, Laura Emanuele e tante aristocratiche fashion victims.