Gli angeli della ginnastica volano su Milano

Gli iscritti raccoglieranno fondi per aiutare l’Associazione bambini cardiopatici. Linus e Teocoli tirano la volata

I maratoneti milanesi che tra un mese correranno a New York quest’anno avranno una missione speciale: raccogliere fondi per i bambini cardiopatici nel mondo. Il Comune ha infatti proposto ai circa 400 concittadini in partenza per Manhattan di aderire alla squadra «Milano running road show». A ogni corridore e a tutto il suo seguito di amici e parenti, Palazzo Marino chiede di portare al traguardo una piccola «dote» da devolvere all’associazione che da 14 anni si prende cura dei più piccoli malati di cuore. L’iniziativa, avrà come testimonial, oltre al primatista dei 1500 Genny Di Napoli, il direttore di Radio Dee Jay, Linus e il comico Teo Teocoli che con qualche dubbio sarà però al via sul ponte di Verrazzano. «Purtroppo ho avuto un infortunio - spiega. Ma parteciperò lo stesso magari solo per qualche chilometro...».
Con ben altro spirito parte invece l’assessore allo Sport, Giovanni Terzi alla sua prima sfida sui 42chilometri e 195 metri: «Ho quattro obiettivi sportivi - ha detto Terzi, sorridendo - non morire, arrivare alla fine, non arrivare ultimo e entro le 5 ore». Tra i circa quattrocento milanesi che parteciperanno alla maratona di New York ci saranno anche il deputato di Forza Italia, Maurizio Lupi (seconda partecipazione) e il direttore artistico di Radio Deejay Linus, un veterano alla sua sesta partecipazione consecutiva: «Per me è quasi diventata una gita con figli, famiglia e tanti amici. È una corsa speciale con una fortissima componente emotiva e quest’anno ci sarà una motivazione in più».
A tutta la squadra milanese sarà offerta in regalo una maglia speciale da corsa con il logo della città di Milano che dovrà essere richiesta entro il 20 ottobre all’organizzazione tramite il telefono 02.72093731. «Ormai le maratone - spiega l’assessore Terzi- mettono insieme tantissime persone e noi approfittiamo dell’entusiasmo che c’è attorno a questi eventi per fare solidarietà». Ogni anno nel mondo nascono 800mila bimbi con malformazioni cardiache e ci sono Paesi dove ancora non c’è cura. I runners milanesi che riusciranno ad arrivare al traguardo di Central Park correranno un po’ anche per loro.