«Angelo anarchico» ma contro la chiesa

Egregio direttore, «angelicamente anarchico»: angelicamente verso la sospensione a divinis, questo è ciò che desideriamo e pretendiamo dal cardinale di Genova Sua Eminenza Tarcisio Bertone nei confronti del «sacerdote di strada» Andrea Gallo. Don Andrea Gallo un nome una storia: fin dalla sua ordinazione sacerdotale, figura sempre conosciuta per ben note posizioni estremiste, malato di protagonismo fin dai tempi della sua giovinezza piuttosto che capace di tratti di dolcezza e di simpatia umana. Le sue costanti partecipazioni a manifestazioni antifasciste e antinazionali promosse dai no global comprese quelle con cui alcuni «teppisti» hanno usato bombolette spray scrivendo insulti contro la Chiesa, alcune tesi del suo libro «angelicamente anarchico», la recente apparizione al programma televisivo «Markette» con Piero Chiambretti, le affermazioni irriguardose nei confronti del Papa con Moni Ovadia, la scelta di essere testimonial della lista Pannella a tribuna dei referendum sono tutte posizioni estreme lontane dall’obbedienza a cui sono tenuti gli uomini di Chiesa. Per tutto ciò ci meravigliamo che la Chiesa continui a tollerare nelle sue file un simile individuo.
Distinti saluti.
Dirig. Prov.le Alternativa Sociale
Lista Alessandra Mussolini