Animali, il Comune stanzia 48mila euro per difenderli dai maltrattamenti

La giunta ha approvato la delibera che permette di mettere a gara un servizio di prevenzione e tutela degli abusi per tutto il 2012. Attualmente i controlli sono effettuati dalle guardie eco-zoofile che si occupano anche di sequestrare gli animali utilizzati per l'accattonaggio.

Quarantottomila euro per difendere gli animali dai maltrattamenti. É la cifra stanziata dal Comune di Milano per rafforzare il servizio di prevenzione e tutela degli abusi. La giunta ha approvato la delibera che permette all'amministrazione di aprire a breve il bando per assegnare fondi e compito di vigilanza contro chi compie violenze nei confronti di quattrozampe e non solo per tutto il 2012. I 48mila euro sono la base d'asta (iva inclusa). Il servizio, come ha spiegato l'assessore al Benessere Chiara Bisconti che ha anche la delega agli Animali, attualmente è gestito dalle eco-zoofile dell'Oipa Italia onlus, l'organizzazione internazionale protezione animali, e scadrà il 31 dicembre. Le guardie si occupano, in particolare, di sequestri penali e amministrativi di animali maltrattati, abbandonati o usati per l'accattonaggio, controllano mercati, fiere, circhi, colonie feline e tutte le manifestazioni e gli esercizi commerciali dove siano presenti animali. Fanno anche verifiche sui microchip (la «carta d'identità» elettronica dei cani) e sull'iscrizione all'anagrafe canina, vigilano sul rispetto delle norme per il trasporto degli animali da compagnia.
«E' un primo provvedimento concreto - spiega l'assessore Bisconti - un segnale preciso dell'attenzione di questa amministrazione per una tutela efficace del benessere dei nostri amici animali in città. Le guardie eco-zoofile che gestiscono il servizio sono le nostre sentinelle sul territorio, per questo il bando di oggi è importante: non possiamo permetterci di lasciarlo scoperto».