Gli animali domestici? Un business in crescita

Elena Gaiardoni

Se amiamo gli animali, amiamo anche gli uomini, perché in questo periodo di crisi diamo a tante persone un lavoro. La Lombardia insegna, visto che il 13 per cento delle imprese nazionali che si occupano di animali si trovano nella nostra regione, che ha registrato un incremento del settore del 20 per cento in cinque anni e del 4 per cento negli ultimio dodici mesi.

Gli addetti alla cura e alla vendita di animali da compagnia sono ben 2.154, dei quali 906 a Milano, 207 a Brescia, 178 a Monza e Brianza, 175 a Bergamo. Sono 538 le attività che si occupano del commercio al dettaglio dei piccoli pelosi, 529 si dedicano al loro benessere, 68 prestano interventi veterinari e 13 producono mangimi. La città più amica dei pet è Milano, seguita da Brescia, Varese e Bergamo. Sono soprattutto le donne, giovani donne e anche signore straniere, a fare la parte del leonesse in questa isola d'amore, che si propaga sempre di più anche in città come Mantova, dove si registrano 54 attività indirizzate verso la vita di cani e gatti, Cremona con 45 e Lodi con 30. Mici e cagnolini ci aiutano ad attraversare l'esistenza con più gioia e portano fortuna al portafogli, dettaglio che in questo momento non guasta. Sono sempre di più le famiglie che cercano di tenere più di un animale in casa facendo una scelta saggia: uno viene preso in negozio, l'altro in un canile o in un gattile. I dati sono stati raccolti dalla Camera di Commercio di Milano.