Gli animalisti: «Salviamo la mini oasi di San Siro»

Un appello per salvare l’oasi di San Siro. A lanciarlo è l’associazione animalista e ambientalista Aidaa che si batte per tutelare l’area rinaturalizzata che sorge nella zona del piazzale dello Sport a San Siro i cui alberi ed arbusti nei prossimi giorni dovrebbero essere definitivamente abbattuti per realizzare una strada di collegamento con il vicino stadio. L’area recintata da diversi anni contiene non solo arbusti, ma anche alberi di alto fusto e soprattutto l’area di fatto è diventata una vera e propria oasi con la presenza stanziale non solo di microfauna ma anche di animali del bosco quali fagiani eminilepri che in questa area protetta hanno trovato rifugio costituendo un vero e proprio habitat naturale dove vivere.
«Questa meravigliosa esperienza di rinaturalizzazione - spiega il presidente dell’associazione Lorenzo Croce - nel cuore di Milano non solo deve essere salvata e salvaguardata ma potrebbe diventare un vero e proprio fiore all’occhiello in vista dell’Expo del 2015. È vero, come dice una recente inchiesta, che l’aria di Milano è migliorata, cosi come è vero che abbiamo in città un’ottima acqua. Sarebbe ora bellissimo riuscire ad evitare la distruzione di questa vera e propria oasi rinaturalizzata spontaneamente nel cuore di Milano, in cui trovano ospitalità gli animali del bosco».