"Animanera", la compagnia inaugura a Bollate la sua nuova residenza

Sabato prossimo, 9 maggio, aprirà «Urbanima» con una giornata di incontri, spettacoli, performance, video e tanta musica

Inaugura sabato 9 maggio Urbanima, residenza milanese della compagnia Animanera nata all'interno del Progetto Être di Fondazione Cariplo. E non a caso anche questa volta si tratta di una residenza in area metropolitana, a dimostrare la volontà di Progetto Être nel promuovere e sostenere un sistema urbano-metropolitano di giovani teatri di produzione: si va ad oggi dal Teatro In-stabile di Bollate, a PUL a Sesto San Giovanni, alla vicina residenza di A.t.i.r. al Teatro Ringhiera.
Una residenza che nasce e vive ai margini della periferia del capoluogo lombardo, laddove il lavoro di promozione della cultura e il suo radicamento nel territorio diventa chiave di volta dello sviluppo della città: Urbanima si dividerà infatti tra il PiM Spazio Scenico di Via Tertulliano (zona 4) e il PiM OFF, il nuovo spazio di via Selvanesco angolo via de Missaglia (zona 5), la cui apertura al pubblico coinciderà con l'inaugurazione.
«Urbanima» sarà un progetto multidisciplinare in cui differenti «visioni» si intrecceranno nella prospettiva di un nuovo modo di creazione artistica contraddistinto da una forte vocazione alla sperimentazione e alla ricerca.
L'inaugurazione della residenza si inserirà in una «tre giorni» dedicata alle arti performative, che prenderà il via venerdì 8 maggio (per il programma completo della tre giorni: http://www.animanera.net/newsite/animanera.htm ).
Animanera nasce a Milano nel 1995. Dall'area dell'impegno sociale milanese si sviluppa un intenso percorso di ricerca che sfocia in produzioni su significative tematiche sociali, seguendo una linea estetica altamente provocatoria. Animanera contamina il linguaggio teatrale con quello cinematografico: la cura dell'immagine, la colonna sonora, la drammaturgia, il montaggio scenico, le locations. Animanera elabora drammaturgie originali, e coinvolge artisti di diverse discipline in un network dinamico e ipercreativo con appuntamenti sempre molto attesi a Milano.
«Animanera» è un progetto di Aldo Cassano, Natascia Curci, Antonio Spitaleri, Raffaella D'Angelo, Lucia Lapolla, Monia Giannobile.
Progetto Être (esperienze teatrali di residenza) è un intervento innovativo ideato da Fondazione Cariplo sulla base dell'esperienza della residenza teatrale, già diffusa con successo in alcune regioni teatrali e in molti paesi stranieri. Nato nel 2007 con l'obiettivo di promuovere e sostenere fattivamente l'attività di produzione delle migliori compagnie teatrali lombarde, progetto Être ha avviato la selezione, in tre anni e tramite altrettanti bandi pubblici, di circa 20 progetti sperimentali di residenza teatrale, che beneficeranno di un finanziamento massimo di 150.000 euro per le residenze individuali e 300.000 euro per le residenze multiple. Il comitato scientifico del progetto è composto da Gaetano Callegaro, Cristina Chiavarino, Mimma Gallina, Renato Palazzi, Andrea Rebaglio.