Anm, in Cassazione premiate in massa le toghe di sinistra

Venti di sinistra in Cassazione. Le toghe del Palazzaccio, eleggendo la nuova giunta dell’Associazione nazionale magistrati-sezione Cassazione, hanno premiato le correnti di sinistra del sindacato dei giudici. In particolare è stato boom per la lista dei Movimenti, che dalle 49 preferenze della precedente tornata elettorale è passata a 86 preferenze, con una crescita pari al 75 per cento. In crescita anche Magistratura democratica, che ha ottenuto 71 voti contro i 60 precedenti. In discesa invece Unità per la Costituzione (da 132 a 88 preferenze) e Magistratura Indipendente, da 54 voti a 39. I votanti in tutto erano 284. Questi gli eletti: Alfonso Amatucci e Aniello Nappi (Movimenti), Carlo Brusco e Cristina Siotto (Md), Libertino Russo e Mirella Cervadoro (Unicost) e Aldo Grassi per Magistratura indipendente. Nella passata giunta c’erano tre seggi per Unicost, 2 per Md, due per i Movimenti e uno per Magistratura indipendente