Anna Palmieri: «Sarò consigliera dei bimbi»

«Serve una struttura dove poter lasciare i figli alcune ora senza timori»

La «consigliera» dei bambini è lei, Anna Palmieri. Quarantuno anni, una bimba di cinque di nome Alice e tanta passione per la politica e per i più piccoli. «Vorrei - dice - che ci fossero in tutti i quartieri più strutture attrezzate per i bambini. Genova è una città di anziani, e proprio per questo motivo gli enti locali pensano soprattutto a loro a scapito dei più piccini». La consigliera di Forza Italia, da dieci anni eletta nel Municipio del Medio Levante, ha portato avanti alcune iniziative importati anche per tutti coloro che appartengono alla cosiddetta terza età, ma ora, se verrà rieletta vuole dare una svolta, e pensare a tutte quelle famiglie in cui entrambi i genitori lavorano, e che quindi si trovano in profonda difficoltà nell'accudire i figli. «Ho intenzione - continua la Palmieri - di portare avanti un progetto importante che permetta di realizzare una struttura in cui i bambini possano essere lasciati per alcune ore in mano a persone qualificate. In questo modo i genitori sarebbero tranquilli e i bimbi potrebbero trascorrere momenti di svago giocando con i loro coetanei e perché no, anche di apprendimento. In altre città italiane strutture simili gestite dalle amministrazioni comunali esistono, è il momento che anche Genova si apra a simili e importanti novità». Anna Palmieri, per dieci anni è stata coordinatrice della commissione sport e cultura della Medio Levante e per questo motivo conosce approfonditamente la sua delegazione. «Non c'è un centro civico che funzioni da punto di ritrovo per i cittadini - conclude -. Se verrò rieletta sarà una delle prime richieste che farò al presidente di questo Municipio».