«Per anni emarginata dalla mia Chiesa»

Per un momento, sentendo della lettera del Vescovo di Milano, avevo pensato che finalmente qualcuno della Chiesa, avesse preso la decisione, di far rientrare nella normalità, persone che sono state emarginate dalla religione impartita e trasmessa dai propri genitori fin dalla nascita. Sono separata da 25 anni, con tre figli. Separarmi era l’unica soluzione in un matrimonio sbagliato. Ho fatto una scelta per il bene prima di tutto dei figli, non ho minacciato la loro vita e mi domando come può la Chiesa dare l’assoluzione a uomini che hanno tolto la vita ad altri e negarla ad una madre che ha salvato innocenti. E inoltre, fossi stata una persona importante con possibilità economiche avrei già risolto il problema.