Anniversario del Trattato, il premier è a Tripoli

Berlusconi è giunto in Libia per partecipare alla giornata dell'amicizia tra Italia e Tripoli: a un anno dalla firma del Trattato di amicizia, partenariato e cooperazione tra i due Paesi. Ricevuto dal primo ministro e dal ministro degli Esteri libici

Tripoli - Il premier Silvio Berlusconi è da poco giunto a Tripoli per la giornata dell'amicizia italo-libica che celebra il primo anniversario della firma del Trattato di amicizia, partenariato e cooperazione tra i due Paesi. Al suo arrivo il presidente del Consiglio è stato ricevuto dal primo ministro libico Bagdadi Mahmudi e dal ministro degli Esteri Mussa Kussa.

Il ministro libico "Italia e Libia insieme possono diventare il tramite per gli scambi commerciali fra Africa e Europa attraverso l'utilizzo dei porti libici di Tripoli e Bengasi come già avviene per il Ciad che opera scambi con l'Europa esclusivamente tramite la Libia". Con queste parole il ministro libico per la Cooperazione, Mohammed Siala si è rivolto alla platea di italiani riuniti oggi a Tripoli in occasione del seminario sullo sviluppo dei rapporti economici e culturali fra i due Paesi, nella giornata dell'amicizia. Il ministro libico ha ricordato che l'Italia copre il 53% del commercio estero con la Libia per un valore di 17,5 miliardi di dollari e che ad oggi sono 45 le società italiane attive nel Paese. Fra queste ha citato l'ottima collaborazione con l'Eni per l'estrazione di Gas, il recente appalto vinto dall'Ansaldo per la ferrovia costiera e l'Unicreditbanca di Roma per gli investimenti.