Un anno di Iris all’insegna dei grandi film

Un anno di Iris. Il canale free del digitale terrestre di Mediaset diretto da Miriam Pisani spegne la sua prima candelina. 365 giorni per 18 ore giornaliere di programmazione all’insegna del grande cinema ma non solo. Lirica e teatro in prima serata, i film più famosi, fiction, documentari, informazione per il palinsesto di una rete che, libera dai vincoli dell’audience, propone opere che non trovano facile collocazione nella tv generalista. Intensa la programmazione: 1.012 i film trasmessi di cui 125 per la prima volta in prime time, 3.348 ore di film trasmesse, 108 tv movie, 72 telefilm, 11 telefilm in prima tv e 93 ore di musica classica e lirica in prima serata. Per il cinema, tra i fiori all’occhiello di Iris, il ciclo «’68 e dintorni» con film come «Mash», «Sbatti il mostro in prima pagina», e la rassegna «È nata una stella», pellicole hollywoodiane anni 50 e 60 con miti che spaziano da Ava Gardner a Steve McQueen, da Doris Day a Kirk Douglas. Successo anche per il ciclo di film «I cugini francesi» e «Made in Usa», e «Fellini & co». Bene anche gli horror - da «L’esorcista» a «Blob». E ancora Iris ha proposto 1.708 edizioni di Tgcom (cinque al giorno) e rubriche quotidiane esclusive firmate da Gian Arturo Ferrari (direttore Generale di Libri Mondadori), Carlo Rossella (presidente Medusa), Enrico e Carlo Vanzina, Piera Detassis (direttore di Ciak), Anna Praderio (giornalista del Tg5).