UN ANNO IN MINORANZA

Un anno di nulla? Anzi, tutt’altro. Un anno ricco, quello della maggioranza di Marta Vincenzi. Ricco di liti, di divisioni, di riequilibri, di scricchiolii. L’ultimo ieri mattina. Sì, certo, la bomba era già esplosa, l’argomento di discussione nella Commissione Aziende non era certo quello all’ordine del giorno. Ma la tensione in maggioranza andava oltre l’inchiesta. Sintomi pregressi, secondo la cartella clinica di un centrosinistra con la febbre a 50. Anzi a 25, visto che a 25 voti o anche sotto, sono scesi spesso i consiglieri di maggioranza, finiti così battuti dall’opposizione.
«Sotto» ci sono finiti, per l’appunto, anche ieri mattina in commissione, dove era all’ordine del giorno una delibera proposta dall’assessore Gianfranco Tiezzi per la limitazione dell’orario di apertura dei pubblici esercizi. Un atto che per la giunta era già fatto, preconfezionato, da portare all’approvazione del prossimo consiglio comunale di martedì. Il gruppo del Pdl si è opposto, (...)