Un anno dopo, Pasqualino è ancora alla ricerca di una famiglia

Era stato abbandonato il giorno di Pasqua del 2005. E proprio l’altroieri avrebbe dovuto trovare dei nuovi padroni che l’avevano scelto nelle gabbie del canile ma che però, all'ultimo momento, hanno rinunciato all’adozione. Al trovatello hanno preferito l'acquisto di un cane di razza. Così Pasqualino, maschio di due anni, cane di media stazza che i volontari di «Gaia, animali & Ambiente» definiscono «tranquillo, simpatico e affettuoso», dovrà ancora aspettare. È Edgar Meyer, il presidente dell'associazione, a raccontare la vicenda. Il cane fu trovato il giorno di Pasqua e ribattezzato per questo Pasqualino. Da allora vive nel canile di Vignate, nel milanese. «Non è strano che un cane rimanga un anno in un canile - spiega Meyer -. Talvolta ci restano tutta la vita». Pochi giorni fa, per Pasqualino sembrava però arrivata la svolta. Una famiglia lo aveva visto e prenotato l’adozione. Poi, la doccia fredda. Cob una telefonata ha annunciato la rinuncia. «Non ci diamo per vinti. Cerchiamo una famiglia seria che non cambi idea a ogni cambio di vento» afferma Meyer, che ricorda il numero di telefono da comporre per adottare Pasqualino e gli altri cani in attesa di una famiglia: 338-7779957. L’associazione è anche alla ricerca di nuovi volontari.