«Un anno di pedaggio, un km di metrò»

Giannino della Frattina

«Abbiamo fatto i conti. Con un anno di ticket per entrare in città si può costruire un chilometro di metropolitana». Un chiodo fisso, una battaglia cominciata il primo giorno del suo secondo mandato con il discorso di insediamento davanti al consiglio comunale. Era il 2 luglio 2001. Sono passati quasi cinque anni e il sindaco Gabriele Albertini ha sbattuto tante volte contro un muro di gomma. Ma non ha rinunciato alla sua rivoluzione, la tassa d’accesso in città per ridurre traffico e inquinamento. Proprio come già da quasi quattro anni fa è riuscito a fare Ken «il rosso» Livingstone. Il sindaco di Londra che con la sua «congestion charge» è riuscito a far diminuire il numero delle auto in centro del 30 per cento e il Pm10 del 12. «Ora cominciano a darmi ragione - ha detto ieri Albertini ai microfoni di Rtl 102.5 -. E, per una volta, ho anche gli ambientalisti con me. Il tema della «Tassa di scopo» è recentemente tornato in auge, finalmente se ne è parlato con più razionalità e senza inveire contro questo nostro progetto». (...)