«Un anno senza coppe europee»

Il presidente del Genoa Enrico Preziosi esprime il suo parere sullo scandalo attuale e in un’intervista rilasciata a Radio Radio dice di volere un meticoloso accertamento dei fatti, a costo anche di indagini lunghe, ipotizzando di escludere dalle competizioni europee le formazioni italiane per il prossimo anno, così da lasciare più tempo ai magistrati per l’inchiesta. Inoltre aggiunge Preziosi: «Il mio Genoa è stato condannato alla C1 grazie ad una intercettazione, ed ora sembra strano che siano tutti vittime di un sistema sconosciuto» e sottolinea: «nessuna società può dirsi estranea alle note vicende, Moggi e Giraudo stanno pagando gli errori di tutti». Per il dirigente napoletano nel palazzo del calcio si è tutti amici: «Moggi aveva una platea compiacente, ora non si può fare il tiro al piccione». Per questo, secondo Preziosi, anche Galliani dovrebbe dimettersi: «non sarebbe un’ammissione di responsabilità ma un gesto di correttezza che io avrei già fatto».