Un anno sulle punte per le «principesse» dai 4 ai sessant’anni

Raffaella Regina

Una scuola di danza da record. Stiamo parlando di «Principessa» in via Solari 9 che, con oltre mille iscritti, si conferma una tra le piu grandi e famose di Milano. La scuola, attiva dal 2001, e fondata da Maria Antonietta e Sabrina Beretta, conta più di 30 gruppi di danza, dalla classica alla moderna, per arrivare fino al funky e all’hip-hop. Da record è stato anche il consueto saggio di fine corso, che si svolge ogni due anni e che quest’anno è stato ospitato dal teatro Manzoni. Una selezione di 450 allievi si sono esibiti davanti ad una platea di oltre 900 persone. «Principessa ha fatto segnare il tutto esaurito nei giorni del 10 e dell’11 giugno - afferma Maria Antonietta Leoni, direttrice della scuola - un risultato in crescendo rispetto alle scorse edizioni. Quest’anno inoltre abbiamo avuto nelle prime file alcuni ospiti d’eccezione tra i quali Silvio e Paolo Berlusconi, Mike Bongiorno e molti altri artisti del mondo dello spettacolo e della moda».
Un successo in parte inaspettato che nasce dall’esperienza e dalla preparazione di tutti gli insegnanti e dello staff, a partire da Roberto Fascilla, ex etoile della scala, adesso direttore artistico di «Principessa», colui che coordina e dirige i balletti e si occupa dei corsi di danza classica. «La scuola ha successo perchè attira ogni tipo di persona, di ogni fascia d’età. La più piccola ballerina ha solo quattro anni, la più grande 60 anni e oltre». Qui infatti, oltre alle classiche danze, ci si può cimentare in nuove e interessanti discipline. «Siamo gli unici ad offrire corsi di girotonic e girokinesis a Milano - aggiunge soddisfatta la direttrice - una ginnastica molto soft con basi di yoga». Cinque sale a tempo pieno attive tutti i giorni dalle ore 16 alle 22, oltre quaranta corsi diversi per soddisfare ogni tipo di esigenza. Ginnastica e danza quindi ma anche molto altro, la scuola ha infatti da poco attivato corsi di ballo caraibico e tango argentino.